Non è facile essere verde

Lo diceva Kermit la Rana del Muppet Show. E aveva ragione!

Non è facile essere verde per chiunque non sia una pianta: l’unico verde esistente in natura, infatti, è la clorofilla. Rane, serpenti e pappagalli usano in realtà un mix di blu e gialli. In nostro occhio percepisce il verde con particolare facilità perché, con la sua lunghezza d’onda compresa tra 490 e 570 nm, occupa la zona centrale dello spettro. Eppure il verde non è un colore facile, soprattutto se va stampato! In quadricromia, se lo si vuole bello squillante, bisogna abusare di ciano andandoci piano col giallo. In ogni caso risulta instabile perché tende a decadere verso il blu o a macchiarsi poiché il pigmento giallo ha un maggior peso specifico rispetto al ciano.

Tra gli inchiostri speciali ne esistono tantissimi: nei Pantoni circa un centinaio possono essere classificati come “verdi”, dal delicato PMS 317 all’energetico PMS 802 (fluo), che però nasconde qualche insidia, soprattutto per i grafismi e retinature fini. Un tipo particolare di verde “nascosto” è l’effetto fosforescente di alcuni inchiostri che, al buio, si illuminano di verde. C’è infine il verde usato in esacromia insieme all’arancio. Queste sfumature non sono però così “verdi”: tra tutti i pigmenti, i verdi contengono la maggior quantità di elementi nocivi (cloro, bromo, cobalto, titanio, nickel e zinco) e anche il riciclaggio di carta stampata in verde o di plastiche verdi è problematico, anche se oggi grazie alle normative vigenti i componenti più tossici sono sotto controllo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...