Drupa 2012. Il digitale è il futuro

I padiglioni 3, 4 e 5 sono letteralmente invasi da macchine digitali per qualsiasi tipo di stampato. La gente è tanta e a ogni macchina capisci che il futuro è questo. Al di là delle soluzioni dei vari produttori e di quello che propongono, non impressionano più le immagini a colori perfette più del vero, tanto sono belle. Bensì le soluzioni per tutte le altre applicazioni tradizionalmente appannaggio della stampa tradizionale. Packaging, libri, brochure, astucci, cataloghi e manifesti, striscioni, carte geografiche… Tutto ormai è stampabile in digitale, su tanti supporti e con tante nobilitazioni post stampa. In fondo, queste macchine, soprattutto quelle di Hp, sembrano sorelle delle vecchie offset. Sbobinatori, ballerini distendi carta, barre diagonali, coni e gruppi piega, accavallatrici, linee di brossura non mancano, anzi sono l’evoluzione di quelle giá in produzione: quello che è cambiato è il cuore di questo sistema. Stampano ancora poche copie ora, se paragonate all’offset, ma rispondono alle esigenze del mercato che vuole poche copie e massima duttilitá. E i produttori ci hanno lavorato davvero molto. Basta guardare le soluzioni per i quotidiani, stampati anch’essi in digitale, sulla vecchia carta da giornale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...