Libri al rogo

Ottanta anni fa, il 10 maggio del 1933, nella Piazza dell’Opera di Berlino i nazisti misero al rogo migliaia di libri (Bücherverbrennungen). Erono le opere di autori erano considerati “etnicamente impuri”, politicamente sgraditi o  “degenerati”; erano le opere di ebrei, socialisti o comunisti, scienziati e scrittori d’avanguardia.

In ogni epoca, i libri sono stati censurati,  distrutti, cancellati con ogni mezzo fisico e morale: una piccola lista è reperibile su Wikipedia alla voce Rogo di libri.

Marino Sinibaldi scrive sul sito di Radio 3: “La perduta Biblioteca di Alessandria è ancora oggi il simbolo della ferocia con cui culture e religioni “nuove” hanno trattato ogni traccia del passato, ogni  segno di altre culture e di altre grandezze che nei libri (qualunque sia la loro forma fisica) si deposita. L’Indice dei libri proibiti è stato il modello di ogni dittatura teologica o politica. E del resto quella di Opernplatz (oggi Bebelpltaz, sede di un suggestivo monumento commemorativo e di molte iniziative politico-culturali) fu una delle tante edizioni di una lugubre cerimonia con cui il nazismo pensava di cancellare le tracce di una cultura che non capiva, non accettava, che sentiva comunque -e giustamente- ostile“.
A pochi giorni dall’apertura del Salone del Libro di Torino è opportuno ricordare che dove si bruciano i libri, si bruciano le idee e poi le persone. Qui una parte degli autori dei libri bruciati tra il 1933 e 1945:

Adler, Alfred
Adler, Max
Auernheimer, Raoul
Bauer, Otto
Baum, Vicki
Becher, Johannes R.
Beer-Hofmann, Richard
Benjamin, Walter
Berendsohn, Walter
Bloch, Ernst
Braun, Felix
Braunthal, Josef
Brecht, Bertolt
Bredel, Willi
Broch, Hermann
Bruckner, Ferdinand
Dos Passos, John
Edschmid, Kasimir
Einstein, Albert
Feuchtwanger, Lion
Fleisser, Marie Luise
Foerster, Friedrich Wilhelm
Frank, Leonhard
Freud, Anna
Freud, Sigmund
Friedell, Egon
Friedländer, Salomo
Gide, Andre
Graf, Oskar Maria
Grosz, Georges
Hasek, Jaroslaw
Hasenclever, Walter
Horvath, Ödön von
Jahnn, Hans Henny
Jellinek, Georg
Kästner, Erich
Kafka, Franz
Kaiser, Georg
Kaleko, Mascha
Kantorowicz, Alfred
Kautsky, Karl
Kelsen, Hans
Kerr, Alfred
Keun, Irmgard
Kesten, Hermann
Klabund
Koenig, Alma J.
Kolb, Annette
Kracauer, Siegfried
Kraus, Karl
Kuckhoff, Adam
Langgässer, Elisabeth
Lasker-Schüler, Else
Leitner, Maria
Löwenstein, Prinz Hubemus zu
Lothar, Ernst
Ludwig, Emil
Luxemburg, Rosa
Malraux, Andre
Mann, Heinrich
Mann, Klaus
Mann, Thomas
Marchwitza, Hans
Marcuse, Ludwig
Marx, Karl
Mehring, Walter
Meyrink, Gustav
Mühsam, Erich
Musil, Robert
Neumann, Alfred
Neumann, Robert
Ossietzky, Carl von
Ottwalt, Ernst
Pauli, Hertha
Pinthus, Kurt
Popp, Adelheid
Reck-Malleczewen, Fritz
Reger, Erik
Regler, Gustav
Reich, Wilhelm
Remarque, Erich Maria
Renner, Karl
Ringelnatz, Joachim
Ross, Colin
Roth, Joseph
Sachs, Nelly
Saiten, Felix
Schirokauer, Arno
Schneider, Reinhold
Schnitzler, Arthur
Seghers, Anna
Serner, Walter
Silone, Ignazio
Speyer, Wilhelm
Steiner, Rudolf
Sternheim, Carl
Thomas, Adrienne
Toller, Ernst
Torberg, Friedrich
Traven, Bruno
Trotzki, Leo
Tschuppik, Karl
Tucholsky, Kurt
Wassermann, Jakob
Wedel, Franz
Weiß, Ernst
Wolf, Friedrich
Zuckmayer, Carl
Zweig, Arnold
Zweig, Stefan

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...