Cover for dummies

Rino Ruscio, amico, collega e art director, è l’ideatore e l’animatore di un animato gruppo di discussione in LinkedIn chiamato “Premio copertina del libro“. L’idea è quella di coinvolgere figure che a vario titolo ruotano attorno all’universo libro per scegliere, in una sorta di concorso autogestito, la copertina più bella, forse la più efficace, insomma la cover giusta. Effettivamente, la copertina è il biglietto da visita di un libro, è la prima cosa che si nota prima ancora del titolo, è lei che spesso ci spinge istintivamente all’acquisto. Anche se poco attivo nella discussione, seguo assiduamente il gruppo e senza volere mi sono scoperto più sensibile al tema copertina. Per questo vorrei rilanciare questo interessante post scovato in quella miniera di creatività che è hongkiat.comBeginner’s Guide To Book Cover Design.

Si parte dai consigli per il creativo per fare una copertina che funziona, si mostrano esempi di cover sbagliate per arrivare a due tutorial per impostare in InDesign il template di una copertina e per creare un volume 3d in Photoshop.

 

Ma la parte più interessante è Source for Ideas: decine di raccolte di copertine raccolte in Pinterest Flickr. C’è di che perdersi… e di che riflettere: sono poche le belle copertine italiane e pochissime recenti. Ma non è colpa di chi le ha raccolte…

ebook: quanto costa? dipende

Interessante la politica di pricing per gli ebook scelta da Bookolico, un team di ragazzi dell’omonima startup con base a Torino che hanno realizzato una web app di vendita di soli libri digitali in regime di self publishing. Un titolo può essere distribuito gratuitamente o messo in vendita a un prezzo che varia al variare del gradimento del lettore. Il range di prezzi va da 0,99 a 6,99 euro: così un libro appena messo in vendita costa 0,99 e, man mano che i lettori lo comprano ed aumenta le sue “quotazioni”, può arrivare a 6,99,  che comunque rappresenta il prezzo massimo. Qui è spiegato nel dettaglio il meccanismo.

La scelta che può apparire ardita, in realtà è frutto di un’analisi del mercato attenta e ponderata e aiuta anche il lettore nell’orientarsi tra i tanti titoli disponibili: non dimentichiamo che Bookolico distribuisce titoli inediti e, per chi vuole scegliere un titolo, conoscere l’apprezzamento degli altri può aiutare.

L’altra scelta ardita è di non pubblicare le copertine degli ebook, rinunciando a un efficace strumento di marketing. Il testo, la sinossi e i giudizi del lettore sono così centrali e obbligano il lettore a una scelta ponderata e non sull’onda dell’emozione di un’immagine.

Calcolare il dorso

Molto spesso alla consegna degli impianti allo stampatore di un catalogo o di un volume, brossurato o cartonato, nasce il problema del dorso. Sarà corretto? E molto spesso capita che lo stampatore sia costretto a intervenire. Eppure non è difficile. Per la brossura si moltiplica il numero delle pagine per la grammatura della carta per la sua mano, dividendo il risultato per 20.000:

Esempio: 256 pag. x 120 gr. x 0,9 m/20.000 = 1,4 cm di dorso.

Nel caso di una brossura cucita si aggiunge un 10%.

Se avessimo a che fare con un cartonato si dovrà tener conto anche dello spessore (in millimetri) dei due cartoni della prima e della quarta di copertina e del volume dei materiali usati per la cartonatura, come la colla, la carta dei risguardi, di solito un paio di millimetri.

Esempio: 256 pag. x 120 gr. x 0,9 m/20.000 = 1,4 cm di dorso + 0,6 + 0,2 = 2,2 cm.

Aggiungeremo sempre un 10% se si tratta di un cartonato cucito.

C’è un sito di uno stampatore cinese che ha pensato di fornire un piccolo tool di calcolo per aiutare i suoi clienti per rendere agevole questi calcoli. Ma basta googlare “Spine width” per trovarne molti altri.

http://www.chinaprintingsolutions.com/spine_calculator.htm