Da RGB a CMYK… on line

Avete mai visitato www.rgb2cmyk.org? Lo dice il nome: è un sito che consente di passare le immagini da rgb alla quadricromia, senza utilizzare strumenti professionali, ma con pochi clic di mouse. Non solo: alla conversione in formato .tiff o .jpeg (partendo anche da .bmp e .png) è possibile applicare un profilo colore certificato ICC a scelta tra un’ampia gamma, a seconda del supporto e della tecnologia di stampa che saranno usati. Il che consente di ottenere risultati davvero professionali con un utilizzo molto semplice del tool gratuito.

Schermata 2013-05-17 alle 19.49.21

Il controllo qualità – parte 1

Difetti di stampa e dintorni

La stampa è un processo industriale anomalo: sono in gioco tali e tante variabili, compresa una forte componente umana, che ottenere un prodotto finito “perfetto” è praticamente impossibile. Nonostante gli importanti ausili elettronici e informatici e il progresso ingegneristico delle macchine, continua a rimanere determinante il continuo controllo sull’intero processo di tutte le parti coinvolte, cliente compreso. Non a caso il mondo della stampa, crediamo, è l’unico settore industriale in cui il cliente entra in stabilimento e ne condiziona le scelte produttive. Eppure le contestazioni non sono rare: perché ci sono clienti a volte inesperti o eccessivamente pignoli che non conoscono o non danno la giusta rilevanza ad eventuali difetti; ma anche stampatori quanto meno superficiali, che minimizzano, trascurano o sottovalutano appellandosi alle tolleranze. La ragione, come sempre, sta spesso a metà, ed è bene che un print buyer, lasciati da parte capricci o pedanterie, sia consapevole del giusto peso da dare agli eventuali difetti. Già, ma orientarsi non è sempre facile.  Continua a leggere